Seleziona una pagina

Firenze

La culla del Rinascimento

Info Rapide

Stato:
Italia
Regione:
Toscana
Lingua parlata:
Italiano
Moneta:
Euro
Documenti:

Area Schengen: carta d’identità o passaporto

Extra U.E.:soggiorni di breve durata (3 mesi) passaporto valido per almeno tre mesi dopo la data di partenza ed eventuale visto d'ingresso

Corrente e Prese:
230 V / 50 Hz - Spina Tipo F (Schuko) e Spina Tipo L

Firenze è situata nella pianura del fiume Arno, circondata da quelle splendide colline che l’hanno resa famosa. Magnifico è il centro storico (nel 1982 dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO): presenta edifici di considerevole valore architettonico e storico oltre ad un’abbondante numero di opere d’arte. Le strutture sono caratterizzate da origini molto variegate: coprono infatti un vastissimo arco di tempo che va dall’età medievale al ventesimo secolo. Ma Firenze non è bella solo per quello che la città è in grado di offrire, meravigliosi sono difatti anche i dintorni cittadini. Stupendo e assolutamente imperdibile è il paesaggio costituito da: ville, conventi, pievi e piccoli e suggestivi borghi. Risalgono al periodo della dinastia dei Medici, tra il XIV e il XVI secolo, gli anni in cui Firenze conobbe il suo periodo di maggior splendore. La città ha fornito poi un grandissimo contributo allo sviluppo del Ri¬nascimento: periodo artistico, culturale e letterario della storia d’Europa, che si sviluppò a partire dalla seconda metà del XIV secolo fino al XVI secolo; questo luogo è conosciuto nel mondo come la: “culla del Rinascimento”. Il movimento ha cambiato il pensiero ed i costumi di tutta l’Italia e non solo. In città sono nati, hanno vissuto e lavorato molti tra i più grandi artisti appartenenti a questa corrente. È soprattutto grazie alle loro opere che oggi il capoluogo toscano è meta ogni anno di milioni di turisti.

Cattedrale Santa Maria del Fiore

Le origini cittadine risalgono all’epoca etrusca, la storia conosciuta di Firenze cominciò nel 59 a.C. In epoca romana il centro abitato fu chiamato “Florentia”, cioè “destinata a fiorire”. La sua affermazione, partita già nel I° secolo a.C., culminò tre secoli dopo. Firenze, dopo l’età medievale, epoca di arresto economico per tutta l’Europa, ebbe un notevole sviluppo e si affermò come uno dei più importanti centri dal punto di vista culturale della penisola. A partire dal secolo XI la città acquistò sempre maggiore autonomia, si costituì in Comune libero nel 1115. Ben presto però cominciarono a delinearsi i primi contrasti interni, tra i feudatari e la classe artigiana che sfociarono in due fazioni: i Ghibellini, favorevoli alla causa imperiale, e i Guelfi, parteggianti per il Papa. Malgrado le lotte intestine, riuscì a vincere nella lotta contro Arezzo, Pistoia, Siena e Volterra allargando così il proprio territorio. Tra la fine del 1200 e l’inizio del 1300, la città si affermò come uno dei più importanti centri d’Italia grazie soprattutto alla presenza di banchieri e artisti come Giotto e Dante Alighieri. Nel 1348 la peste colpì la città: fu un periodo molto difficile. Alla fine del ‘300 si verificarono lotte civili tra il popolo grasso, la ricca borghesia, e il popolo minuto. La rivolta dei Ciompi (lavoratori della lana) del 1372 portò ad un ribaltamento del governo ed all’ascesa del popolo minuto al potere. Intanto cominciò ad affermarsi il prestigio della famiglia dei Medici. Nella famiglia medicea, amata dai fiorentini per il suo mecenatismo e per la sua liberalità, si distinsero diverse figure. Quella che prevalse maggiormente fu senza dubbio quella di Lorenzo de’ Medici, detto il Magnifico: egli consentì alla città di ottenere un certo prestigio in tutta l’Europa nell’ambito artistico, culturale ed economico. Fino alla sua morte (1492) svolse un’intensa opera di mediazione tra i vari Stati italiani sempre in lotta tra loro e garantì al Paese un periodo di prosperità economica.

Ponte Vecchio

Il Cinquecento vide prima Firenze trasformarsi in Repubblica, e poi nel 1537 il ritorno dei Medici. Nel 1569 divenne un granducato con Cosimo de’ Medici, e nei secoli successivi passò nelle mani dei Lorena. Dopo una breve parentesi napoleonica (1799-1814), Firenze partecipò alle guerre d’indipendenza fino alla definitiva annessione, nel 1859, al Regno di Sardegna che divenne Regno d’Italia nel 1861. Fu capitale d’Italia dal 1865 al 1871. Nel XIX secolo la popolazione raddoppiò; triplicò nel XX con la crescita del turismo, del commercio, dell’industria e dei servizi finanziari. Durante la seconda guerra mondiale la città fu occupata per un anno dai tedeschi, per poi essere liberata l’11 agosto 1944. Il 4 novembre 1966 è ricordato dai fiorentini come il giorno dell’alluvione di Firenze. Gran parte del centro fu invaso dal fiume Arno. La furia delle acque portò distruzione e alcuni morti. Questo immenso dramma venne vissuto dal mondo con una partecipazione unica, dando ben presto l’avvio ad una incredibile gara di solidarietà.
Oggi, il glorioso centro storico, da visitare rigorosamente a piedi, è ricco di punti di interesse assolutamente imperdibili: il Duomo di Santa Maria del Fiore con la cupola del Brunelleschi che simboleggia la grande tradizione culturale e la consapevolezza civica della città; la basilica di Santa Croce, con le tembe di Michelangelo, Galileo, Alfieri, Canova, Machiavelli, Rossini e Foscolo; gli Uffizi, uno dei musei più visitati al mondo, all’interno del quale sono esposte opere di Giotto, Leonardo, Botticelli, Michelangelo e Raffaello; il Ponte Vecchio; Palazzo Pitti, oggi sede di molti fra i più prestigiosi musei fiorentini e Piazza della Signoria, fulcro della vita politica fiorentina fin dal XIV secolo.

Social eating - Food
Stasera non andare al ristorante
le Special Dinner di Gnammo sono un nuovo modo per scoprire la città attraverso la tavola

Quando visiti una città vuoi scoprire cose nuove, vivere esperienze differenti. Appassionati di cucina, cuochi professionisti mettono a disposizione un menù e una location unica dove potrai fare nuove conoscenze e farti raccontare e consigliare la città da chi la vive tutti i giorni

da 25,00 €
Le migliori esperienze a Firenze
Fai qualcosa di diverso divertendoti
Vivi la città come non hai mai fatto, esperienze, ticket, musei, tour e visite guidate

Musement aiuta i viaggiatori a ottenere il meglio dalle destinazioni offrendo una grande scelta di tour e attrazioni locali prenotabili.Più che semplicemente "cose da fare", la gamma include attività temporanee, esclusive, gioielli nascosti e addirittura attività gratuite

da 10,00 €
Noleggio attrezzatura sportiva
Divertiti e mantieniti in forma
Cerca, confronta e noleggia online bici, sci, surf, kitesurf, tandem, pattini, racchette ecc.

Scopri la città in bicicletta oppure pratica il tuo sport preferito noleggiando l’attrezzatura al miglior prezzo possibile. Viaggia leggero, non portarti l’attrezzatura da casa, non solo la troverai da noi ma troverai anche persone appassionate come te che ti consiglieranno dove praticarlo

da 1,00 € l'ora
Devi soggiornare in questa città?
Ti aiutiamo noi a fare la scelta giusta!
Con oltre 130.230.000 recensioni verificate, troverai di certo il posto ideale!

Il sito numero #1 al mondo per ricercare un hotel o un bed and breakfast al miglior prezzo possibile. Che si tratti di un viaggio di piacere o di lavoro, gli utenti possono da qui prenotare il proprio alloggio all'istante in modo facile e veloce, senza costi di prenotazione e spesso cancellarla senza penali

da 34,00 €
Affitta appartamenti e ville
Affitta appartamenti e ville
Cerca su AirBnB, Wimdu, HomeAway, Only-apartments, TravelSki, BungalowNet..

Perché perdere tempo a cercare il miglior appartamento, la più bella villa o una baita in tanti siti diversi, oppure perché perdere la migliore offerta? Ti basta cliccare qui…un comparatore cercherà per voi sui migliori siti di affitto

da 35,00
Tour e attività da svolgere
Non girare a caso, fidati di noi
Firenze ha sempre tantissime cose da fare, non perderne neanche una

I migliori tour di Firenze, biglietti per "Gli Uffizzi", un tour guidato per la città vecchia e tante altre attività. Perché mettersi in coda per vedere un museo quando puoi comprare il biglietto online e saltare la fila?

da 20,00 €
Show Buttons
Hide Buttons