Seleziona una pagina

Giamaica

Terra delle Sorgenti

Info Rapide

Stato:
Giamaica
Regione:
Lingua parlata:
Inglese
Moneta:
Dollaro Giamaicano
Documenti:

Passaporto: necessario con validità residua di almeno 6 mesi alla data di uscita prevista dalla Giamaica.

Visto d'ingresso: nessuno

Corrente e Prese:
110 V / 50 Hz - Spina Tipo A e B

La Giamaica è considerata da tutti un piccolo angolo di paradiso in terra. Dal momento della sua scoperta da parte di Cristoforo Colombo, non c’è uomo che non rimanga a bocca aperta davanti al suo mare turchese, alle spiagge bianche e alla lussureggiante e spesso impenetrabile vegetazione.
Se cercate una meta per le vostre vacanze dove godervi il clima caldo tutto l’anno, buon cibo e uno stile di vita calmo e rilassato, allora questa isola è il luogo adatto a voi. Fatevi cullare dalla musica reggae mentre sorseggiate un cocktail alla frutta sul bagnasciuga o avventuratevi nell’entroterra per una giornata nella natura selvaggia.

La Giamaica fa parte dell’arcipelago delle Grandi Antille e si trova nel Mar dei Caraibi, pochi chilometri a sud di Cuba. Originariamente il suo nome era Xaymaca che nella lingua degli indigeni Taino significa “Terra delle Sorgenti”.
Ha una superficie di circa 10.991 km² ed è lunga 240 chilometri e larga 85 chilometri. Il lato est dell’isola è caratterizzato dalla presenza della catena montuosa Blue Mountains con la cima più alta del territorio, il Blue Mountains Peak alto 2.256 metri.

La flora è costituita principalmente da piante tropicali, che in alcune zone formano una vera e propria giungla fitta e quasi invalicabile, dai fiori coloratissimi e profumati. Anche la fauna comprende numerose specie di animali: pellicani, tartarughe marine e squali nel mare che circonda l’isola e alligatori, colibrì, pappagalli, serpenti e ragni nell’entroterra, in particolare vicino ai numerosi fiumi che attraversano l’isola.

Per capire fino in fondo al Giamaica e il suo popolo è necessario conoscere la sua storia che, purtroppo, risulta essere difficile e spesso burrascosa.
Pare che i primi ad abitarla furono gli indigeni Taino, proveniente dal Sud America, tra il 1000 e il 1400 a.C. Le cui tribù però furono sterminate dall’arrivo degli europei: nel 1494 Cristoforo Colombo approdò qui e, affascinato dalla sua bellezza e dal clima favorevole, decise di far diventare l’isola una colonia Spagnola battezzandola come Colonia di Santiago. Le malattie portate dagli invasori e il loro desiderio di “civilizzare” i nativi portarono alla completa, o quasi, estinzione degli indigeni Taino.
Per quasi due secoli la Giamaica fu totalmente controllata dalla lontana Spagna, fino al 1655 quando l’ammiraglio britannico William Penn la conquistò passandola sotto le dipendenze del Regno Unito. Nel 1670 il nome dell’isola cambiò in Colonia della Giamaica. Sotto il dominio inglese avvenne un altro importante fatto che segnò per sempre il destino della Giamaica: gli inglesi iniziarono ad importare schiavi neri proveniente dall’Africa. Essi venivano impiegati come forza lavoro per tutte le mansioni più umili e faticose, in particolare furono costretti a lavorare nelle piantagioni di canna da zucchero.

Grazie ai loro sforzi la Giamaica diventò la prima nazione al mondo per produzione ed esportazione di questa importante materia prima.
La massiva importazione di schiavi portò la popolazione dei neri a superare di gran lunga il numero di bianchi sull’isola, cosa diede il via a numerosi atti di ribellione che proseguirono fino al 1838 quando la schiavitù fu ufficialmente abolita e il popolo nero conquistò finalmente l’emancipazione.
Il passo successivo fu l’indipendenza dal Regno Unito, infatti nel 1958 la Giamaica divenne una provincia della Federazione delle Indie Occidentali e solo il 6 agosto del 1962 si staccò anche da questo organismo conquistando così la piena indipendenza. Questo giorno dell’anno è tutt’ora considerata una data importante nel calendario giamaicano tanto da essere diventata la festa nazionale.
Gli anni di pace purtroppo durano poco e duranta gli anni ottanta: alimentata da una classe politica corrotta, la Giamaica diventa un grosso centro di smistamento della cocaina e gli episodi di violenza per le strade e tra la popolazione aumentano portando un clima di paura e tensione. L’apice della violenza si ha alla fine degli anni novanta in particolare a Kingston, la capitale della Giamaica.
Ora la situazione risulta essere tornata tranquilla, soprattutto nelle città minori e più turistiche.
Da anni la Giamaica è diventata un’ambita meta turistica: l’isola offre un clima caldo tutto l’anno, un meraviglioso mare caraibico e tante attività all’aria aperta.
I servizi e i comfort sono assicurati ma non mancano ancora gli angoli di natura selvaggia dove potervisi avventurare e scoprire incredibili bellezze rimaste incontaminate dal passaggio dell’uomo.

Devi soggiornare in questa città?
Ti aiutiamo noi a fare la scelta giusta!
Con oltre 130.230.000 recensioni verificate, troverai di certo il posto ideale!

Il sito numero #1 al mondo per ricercare un hotel o un bed and breakfast al miglior prezzo possibile. Che si tratti di un viaggio di piacere o di lavoro, gli utenti possono da qui prenotare il proprio alloggio all'istante in modo facile e veloce, senza costi di prenotazione e spesso cancellarla senza penali

da 34,00 €
Affitta appartamenti e ville
Affitta appartamenti e ville
Cerca su AirBnB, Wimdu, HomeAway, Only-apartments, TravelSki, BungalowNet..

Perché perdere tempo a cercare il miglior appartamento, la più bella villa o una baita in tanti siti diversi, oppure perché perdere la migliore offerta? Ti basta cliccare qui…un comparatore cercherà per voi sui migliori siti di affitto

da 35,00
Show Buttons
Hide Buttons