Seleziona una pagina

Perugia

Info Rapide

Stato:
Italia
Regione:
Umbria
Lingua parlata:
Italiano
Moneta:
Euro
Documenti:

Area Schengen: carta d’identità o passaporto

Extra U.E.:soggiorni di breve durata (3 mesi) passaporto valido per almeno tre mesi dopo la data di partenza ed eventuale visto d'ingresso

Corrente e Prese:
230 V / 50 Hz - Spina Tipo F (Schuko) e Spina Tipo L

Città di grande fascino, Perugia conserva intatta un’atmosfera di altri tempi in cui si mischiano armoniosamente testimonianze di epoche diverse, archi etruschi, mosaici romani, palazzi medioevali, chiese barocche… e spunti di modernità, come l’appuntamento annuale con l’Umbria Jazz Festival, apprezzatissimo dal pubblico più giovane. Il modo migliore per scoprire la parte etrusca e medioevale  della città è assecondare i saliscendi del tessuto urbano, tra le stradine e le scalinate, sotto passaggi coperti da antiche volte o nelle viscere della città sotterranea, tra i cunicoli della Rocca Paolina. Lo spirito più moderno si respira invece in corso Vannucci, la via principale del centro storico, costeggiata da bar e locali per giovani, rinomati ristoranti e boutique eleganti che ne fanno la meta dello shopping. Ma Perugia è anche sinonimo di natura, essendo immersa nel verde nella campagna umbra, tra parchi centenari e giardini moderni.

Di seguito vi proponiamo tre itinerari della durata di un giorno che vi porteranno alla scoperta di una delle più belle città d’Italia.

 

Oratorio di San Bernardino

ITINERARIO 1: CENTRO STORICO

I monumenti più famosi e rappresentativi di Perugia sono raccolti nel centro storico della città. Sulla splendida Piazza IV novembre (A) si affacciano la Cattedrale di San Lorenzo, edificata a partire dal 1345 e completata nel 1490, il cui esterno mostra una decorazione incompiuta a marmi bicromi bianco e rosa, e Palazzo dei Priori, costruito tra la fine del XIII e l’inizio del XIV secolo, una delle testimonianze più importanti del Medioevo italiano. Al centro è la magnifica Fontana Maggiore, capolavoro scultoreo di Giovanni e Nicola Pisano risalente al 1278. Volgendo lo sguardo verso Corso Vannucci potete ammirare il lato nord di Palazzo dei Priori, con l’ampia scalinata a ventaglio affollata di turisti che vi si soffermano per ammirare la fontana o semplicemente godersi la magica atmosfera della piazza. Attraverso il portale gotico, in cima alla scalinata, si accede alla preziosa Sala dei Notari. Di fronte al palazzo ecco la cattedrale. Sulla destra dell’ingresso si trova il pulpito da cui predicò San Bernardino e sulla sinistra la statua di Giulio III. Ancora un po’ più a sinistra ecco la Loggia di Fortebracci, fatta costruire nel 1423 da Braccio da Montone, signore di Perugia. Sotto la Loggia si trovano un tratto del muro romano e la riproduzione della pietra della Giustizia. Il palazzo a sinistra è il Palazzo Arcivescovile, edificato nel XVI secolo, la cui splendida facciata era un tempo interamente affrescata da decorazioni. In Piazza Danti si trova l’ingresso principale della Cattedrale di San Lorenzo, nel cui chiostro ha sede il Museo Capitolare, dove sono custodite opere e arredi liturgici provenienti dal Duomo, dalle chiese della diocesi e da donazioni, che testimoniano l’intensa attività artistica svolta in città tra i secoli XV e XVI. Usciti dalla chiesa, noterete in Piazza Danti il Teatro Turreno, uno dei più antichi della città, realizzato nel 1889 su progetto di Alessandro Arienti. Al piano terra si apre lo storico Caffè Turreno, vera e propria istituzione in città.

Tornate in Piazza IV novembre. Dove termina la Loggia di Fortebracci inizia la suggestiva Via Maestà delle Volte (B), un cammino coperto lungo il quale un tempo si trovava la “Maestà”, dipinta sotto una volta di sostegno del Palazzo del Podestà. Proseguendo sulla sinistra incontrerete la seconda fontana più nota della città, ovvero la Fontana delle Volte, realizzata nel 1927 dallo scultore Pietro Angelini in stile rinascimentale, secondo quella tendenza architettonica che favoriva l’intreccio di stili. Girate a destra, in Via Baldeschi (C), dove potrete visitare l’Acquedotto Duecentesco che portava l’acqua da Monte Pacciano a Piazza IV novembre e che divenne in seguito una via sopraelevata, e quindi in Via Santa Elisabetta (D), per visitare il Mosaico Romano, appartenuto ad un edificio termale d’epoca romana, e la chiesetta di San Sebastiano. A pochi passi da qui risalite per la scalinata che fiancheggia Palazzo Gallenga, sede dell’Università di Perugia. Al termine della salita si apre Piazza Fortebraccio (E), che i perugini chiamano Grimana. Volgendo lo sguardo a destra potrete ammirare l’imponente Arco Etrusco, la porta più importante della cinta di mura etrusche, ribattezzato Arco di Augusto quando la città passò sotto il dominio di Roma. Risalite ora Via Rocchi, l’arteria principale della città etrusca che conduce ancora una volta nel centro storico, esattamente in Piazza Danti (F). Risalendo la via incontrerete l’Enoteca Provinciale, il posto giusto dove trovare le migliori etichette di vini umbri e alcune specialità gastronomiche. Attraversando le due piazze, Danti e IV novembre, raggiungerete Corso Vannucci (G). Sulla sinistra potete notare il Palazzotto dei Notari, con la caratteristica torre e sulla cui facciata si aprono eleganti trifore. Questo è un buon punto di osservazione per ammirare anche la torre di Palazzo dei Priori. A destra davanti al grande portone con arco a tutto sesto, l’ingresso alla Galleria Nazionale dell’Umbria. In cima al portale si possono notare le statue dei santi protettori di Perugia. Al terzo piano del Palazzo dei Priori ecco la Galleria che custodisce i capolavori della pittura umbra dal XIII al XIX secolo: dal Perugino al Pinturicchio, al Beato Angelico. Se dopo tante meraviglie si volesse deliziare anche il palato una sosta sarebbe d’obbligo alla Pasticceria Sandri, dove gustare i migliori dolci tipici.

 

ITINERARIO 2: DA CORSO VANNUCCI A VIA DELLA CUPA

Ripartite da Corso Vannucci (A), la via per eccellenza del passeggio, dello shopping e dei caffè. Essa costituiva il “Cardo” della città etrusco-romana, mentre in età medioevale era il centro amministrativo ed economico della città. Accanto a Palazzo dei Priori merita una sosta il Collegio della Mercanzia che, insieme al Collegio del Cambio (la cui sala delle udienze è affrescata dal Perugino), è simbolo della prosperità di Perugia in età comunale. Di fronte al Palazzo si apre Via Fani, la quale conduce a Piazza Matteotti, dove sorge il Palazzo del Capitano del Popolo, sede della magistratura in età comunale. Sul lato sinistro della piazza si trova la Chiesa del Gesù, e accanto ad essa gli archi d’accesso alle Logge dei Lanari e al Mercato Coperto. Da Via Mazzini tornate in Corso Vannucci. Superata Piazza della Repubblica arriverete in Piazza Italia (C), dove inizia la città sotterranea, le viscere medioevali di Perugia custodite nei sotterranei della Rocca Paolina. La Rocca fu costruita nel 1540 sopra l’intero quartiere Baglioni, che venne inghiottito e ridotto a sotterranei della Fortezza. L’accesso principale al quartiere sepolto è la Porta Marzia, che si raggiunge da Via Marzia. Si possono ancora riconoscere le antiche strutture abitative, i cortili, le piazzette, i forni e le botteghe. Per via delle scale mobili costruite all’interno al fine di agevolarne l’attraversamento in discesa fino a Piazza Partigiano, l’intera area è un incrocio tra medioevale e moderno.

Usate le scale mobili della Rocca Paolina per una più rapida discesa verso Via Masi. Soffermatevi a visitare la Chiesa e l’antico convento di Santa Giuliana, complesso risalente al XIII secolo realizzato in stile romanico-gotico con influenze francesi. Quindi risalite a piedi fino a Via del Parione (D), lungo la quale si incontrano la chiesa e il convento di Santo Spirito. Superateli, e  raggiungete l’Arco della Mandorla o Porta Eburnea (E), arco di origine etrusca poi ristrutturato in epoca medievale, sulle cui mura si legge l’iscrizione “Augusta Perusia”, riportata anche sull’Arco Etrusco. L’arco era ritenuto un passaggio di buon auspicio dalle milizie dei Baglioni quando andavano in battaglia. Girate a sinistra e proseguite verso Piazza Mariotti, dominata dalla Chiesa dell’Annunziata e dal Convento delle Mantellate, oggi sede del Conservatorio. Per godere di uno dei panorami più belli della città dovete prendere Via della Cupa (F), dalla quale si domina il Campaccio, il giardino pubblico che occupa l’antico Fosso della Cupa. Percorrete Via dell’Orso, tipico esempio di strada medioevale coperta da archi, e poi Via Boncampi che vi condurrà in Corso Vannucci. Da piazza della Repubblica (B) potete scorgere a sinistra il Teatro del Pavone, edificato  su iniziativa di un gruppo di nobili perugini tra il 1717 e il 1723 e in seguito più volte ampliato, per ultimo nel 1943. Imboccate ora via Bonazzi, costeggiata da negozietti, bar e alberghi, e arrivate fino alla fine di Via Caporali per ammirare l’antica Chiesa di Sant’Angelo. Se vi trovate a Perugia durante l’ultimo fine settimana del mese non perdetevi il Mercato dell’Antiquariato e del Collezionismo che si svolge presso i Giardini Carducci.

 

Tempio di Sant’Angelo

ITINERARIO 3: DA VIA DEI PRIORI A PIAZZA MICHELOTTI

Superato il Palazzo dei Priori, attraversate l’arco che si apre sotto il campanile dell’edificio e scendete lungo Via dei Priori. La via segue l’antico tracciato etrusco che dava accesso alla strada verso il Trasimeno e la Toscana. Dopo pochi metri vi troverete davanti a Via della Gabbia, dove in epoca medioevale veniva alzata la gabbia in cui erano rinchiusi i condannati. Proseguite quindi lungo questa via su cui si affacciano vicoli strettissimi e tortuosi. Prossima tappa è Piazza Ferri, con la Chiesa di San Filippo Neri, maggior esempio di architettura barocca in città, al cui interno si può ammirare una ‘”Immacolata Concezione” di Pietro da Cortona. Scendendo ancora  potrete ammirare l’imponente Torre degli Sciri, l’unica sopravvissuta tra quelle che svettavano in epoca medioevale e che simboleggiavano il potere economico e politico delle famiglie perugine. Accanto alla Torre sorge l’Oratorio della Confraternita di San Francesco, anch’esso interessante esempio di barocco perugino. Proseguendo, lasciate a sinistra la Porta Trasimena e noterete di fronte uno slargo con prato verde, San Francesco al Prato, una delle piazze più amate della città, dove la gente nella bella stagione ama sdraiarsi al sole. L’edificio dalla facciata policroma è l’Oratorio di San Bernardino, capolavoro rinascimentale realizzato dall’architetto fiorentino Agostino di Duccio tra il 1457 e il 1461. Sulla facciata si alternano bassorilievi che rappresentano la gloria di San Bernardino e le immagini delle virtù e degli angeli, mentre l’interno è di stampo gotico e custodisce un sarcofago paleocristiano del IV secolo, ornato da statuine del V secolo d.C.. Attraverso l’arco si raggiunge l’ex Convento di San Francesco, oggi sede dell’Accademia delle Belle Arti, nella cui gipsoteca si conservano alcuni gessi di Canova.

Risalendo da Via del Poggio costeggerete un altro tratto delle mura etrusche fino a raggiungere Piazza Morlacchi, sulla quale si prospetta con la sua facciata rosa il Teatro Morlacchi, voluto nel XIX secolo dalla borghesia che ne voleva fare un simbolo contro la nobiltà locale; nel 1874 fu rinnovato nell’aspetto attuale. Dopo pochi passi eccovi in Piazza Cavallotti. Girate a destra, in Via della Stella: ad angolo con Via Fratti è l’Auditorium di Santa Cecilia, edificio barocco realizzato tra il 1687 e il 1690, e trasformato in sala cinematografica nel XX secolo. In Piazza Danti, precisamente al numero 18, si trova l’ingresso per il Pozzo Etrusco, risalente alla seconda metà del III secolo a.C e noto come Pozzo Sorbello, dal nome della famiglia perugina che ne fu proprietaria.

Dirigetevi ora verso Piazza IV novembre, quindi girate in Via Calderini, dove si trova la Chiesa del Gesù. Proseguite ora in Via Alessi, quindi su Via Cartolari. L’atmosfera è quella tipica di un borgo medioevale, con vicoli e archi che si susseguono e si intersecano aprendosi su piccole piazzette. Arrivate fino a San Fiorenzo e, proseguendo in via Imbriani, superate la Porta di Santa Margherita. Risalendo verso Via della Viola raggiungete Via del Carmine, in fondo alla quale si erge la chiesa omonima. Tornate indietro, e al termine di Via del Duca voltate a sinistra per passare sotto l’antico Arco dei Gigli, una delle entrate verso la città, raggiungibile al termine di una lunga scalinata. Proseguite ora lungo Via Bontempi e girate verso Piazza Raffaello, sulla quale si erge la Chiesa di San Severo, e a fianco ad essa la celebre Cappella che conserva l’affresco realizzato da Raffaello e Perugino. Da via dell’Aquila passate in piazza Michelotti, il punto più alto della città. Subito dietro la piazza si apre uno dei punti panoramici più suggestivi di Perugia.

Social eating - Food
Stasera non andare al ristorante
le Special Dinner di Gnammo sono un nuovo modo per scoprire la città attraverso la tavola

Quando visiti una città vuoi scoprire cose nuove, vivere esperienze differenti. Appassionati di cucina, cuochi professionisti mettono a disposizione un menù e una location unica dove potrai fare nuove conoscenze e farti raccontare e consigliare la città da chi la vive tutti i giorni

da 25,00 €
Le migliori esperienze a Perugia
Fai qualcosa di diverso divertendoti
Vivi la città come non hai mai fatto, esperienze, ticket, musei, tour e visite guidate

Musement aiuta i viaggiatori a ottenere il meglio dalle destinazioni offrendo una grande scelta di tour e attrazioni locali prenotabili.Più che semplicemente "cose da fare", la gamma include attività temporanee, esclusive, gioielli nascosti e addirittura attività gratuite

da 10,00 €
Noleggio attrezzatura sportiva
Divertiti e mantieniti in forma
Cerca, confronta e noleggia online bici, sci, surf, kitesurf, tandem, pattini, racchette ecc.

Scopri la città in bicicletta oppure pratica il tuo sport preferito noleggiando l’attrezzatura al miglior prezzo possibile. Viaggia leggero, non portarti l’attrezzatura da casa, non solo la troverai da noi ma troverai anche persone appassionate come te che ti consiglieranno dove praticarlo

da 1,00 € l'ora
Devi soggiornare in questa città?
Ti aiutiamo noi a fare la scelta giusta!
Con oltre 130.230.000 recensioni verificate, troverai di certo il posto ideale!

Il sito numero #1 al mondo per ricercare un hotel o un bed and breakfast al miglior prezzo possibile. Che si tratti di un viaggio di piacere o di lavoro, gli utenti possono da qui prenotare il proprio alloggio all'istante in modo facile e veloce, senza costi di prenotazione e spesso cancellarla senza penali

da 34,00 €
Affitta appartamenti e ville
Affitta appartamenti e ville
Cerca su AirBnB, Wimdu, HomeAway, Only-apartments, TravelSki, BungalowNet..

Perché perdere tempo a cercare il miglior appartamento, la più bella villa o una baita in tanti siti diversi, oppure perché perdere la migliore offerta? Ti basta cliccare qui…un comparatore cercherà per voi sui migliori siti di affitto

da 35,00
Tour e attività da svolgere
Non girare a caso, fidati di noi
Perugia ha sempre tantissime cose da fare, non perderne neanche una

I migliori tour di Perugia, biglietti per "La Basilica di San Francesco", un tour guidato per le campagne circostanti e tante altre attività. Perché mettersi in coda per vedere un museo quando puoi comprare il biglietto online e saltare la fila?

da 20,00 €
Show Buttons
Hide Buttons