Seleziona una pagina

Reggio Di Calabria

L'altro lato dello stretto

Info Rapide

Stato:
Italia
Regione:
Calabria
Lingua parlata:
Italiano
Moneta:
Euro
Documenti:

Area Schengen: carta d’identità o passaporto

Extra U.E.:soggiorni di breve durata (3 mesi) passaporto valido per almeno tre mesi dopo la data di partenza ed eventuale visto d'ingresso

Corrente e Prese:
230 V / 50 Hz - Spina Tipo F (Schuko) e Spina Tipo L

Reggio Calabria è un comune italiano di 181 616 abitanti ed è una delle cinque province calabresi: la più popolosa e antica. Inoltre è la provincia che si trova più a sud dell’intera penisola italiana, la cosiddetta “punta dello stivale”. Dai suoi cittadini, e nel mezzogiorno, è semplicemente identificata come “Reggio”. Da qualche anno è diventata capoluogo dell’omonima Città Metropolitana.

Prefettura

Il territorio comunale occupa una superficie di 236,02 km², il secondo della Calabria per estensione territoriale, su una quota che varia tra 0 e 1803 m s.l.m. La città è separata dalla Sicilia dallo Stretto di Messina, corrispondente a poco più di 3 km di mare. Reggio Calabria e Messina sono comprese nella più ampia Area Metropolitana dello Stretto.

Reggio sorge al centro del Mediterraneo e gode di un panorama mozzafiato su gran parte della costa sicula orientale, fino all’Etna. Dallo splendido Lungomare Falcomatà, nelle giornata più limpide, pare quasi di poter toccare Messina. Si tratta dell’effetto ottico della Fata Morgana, una forma complessa di miraggio che prende il nome dal mito e che si verifica nello Stretto.

Lo sviluppo della città è stato fortemente condizionato dalla presenza del mare, delle montagne e dei numerosi torrenti, le cosiddette “fiumare”. Le fiumare sono corsi d’acqua molto particolari e tipici dell’Italia meridionale, quasi sempre in secca durate l’estate e impetuosi durante le stagioni piovose. Reggio Calabria è situata in un territorio altamente sismico; infatti, non di rado, durante il corso della storia, si sono registrati eventi catastrofici, che hanno causato la distruzione della città.

La Calabria sembra essere stata creata da un Dio capriccioso che, dopo aver creato diversi mondi, si è divertito a mescolarli insieme” (Guido Piovene). Se questa affermazione è vera, Reggio Calabria ne è la manifestazione più evidente: un luogo unico e straordinario, intriso di storia, cultura e bellezza. Persino la natura riconosce la preziosità di questo territorio, dando alla luce frutti rari come il bergamotto e l’annona, che solo in queste terre riescono a prosperare.

Reggio Calabria è tra i centri più antichi d’Italia e conseguentemente, d’Europa. La leggenda vuole che Rhegion sia stata fondata intorno al 730 a.C., in accordo alle indicazioni dell’Oracolo di Delfi. La città fu una colonia importantissima dell’Italia meridionale e della Magna Græcia. Nel V secolo a.C., la polis raggiunse uno sconfinato pregio artistico e culturale grazie alla scuola filosofica pitagorica. Si alleò ad Atene nella Guerra del Peloponneso, in avversione a Sparta; poi fu conquistata dai siracusani di Dionigi I nel 387 a.C. Anche durante il periodo della Roma Imperiale mantenne una propria autonomia e rilevanza, essendo capolinea della Via Capua-Rhegium, la strada che percorreva, dalla Campania, tutto il versante tirrenico della penisola.

In epoca bizantina venne nominata Capitale del Ducato di Calabria, un’area che comprendeva l’attuale Calabria meridionale, e divenne il fulcro dei residui della cultura greca in Italia. Una cultura che ancora oggi persiste nello spirito dei reggini. Data l’importanza strategica della città, questa fu contesa per secoli da diversi popoli ed in particolare dai saraceni, dai quali fu liberata solo nel 1005. Nel XIV secolo venne assegnata al Regno di Napoli che le conferisce distinti poteri amministrativi.

A causa delle incursioni barbariche, delle conseguenti epidemie e del regime oppressore degli spagnoli, nel XVI secolo Reggio conosce una fase di profonda decadenza. Il declino sarà ulteriormente aggravato dal catastrofico sisma che distrugge la città e quasi tutta la Calabria nel 1783.

Napoleone occuperà Reggio nel 1806 prima della celeberrima battaglia di Piazza Duomo. In questa battaglia, del 21 agosto 1860, Garibaldi sconfigge le truppe borboniche, conquistando Reggio e l’intero Regno delle Due Sicilie. La città diventerà Reggio di Calabria, quindi, solo dopo l’Unità d’Italia.

Lungomare Falcomatà

Il 28 dicembre 1908, un nuovo terremoto ancora più devastante, di magnitudo 7.1, colpisce Reggio Calabria e la vicina Messina. L’evento è ricordato come uno dei più rovinosi del XX secolo. Furono stimate tra le 90.000 e 120.000 vittime. A memoria d’uomo, si tratta della più grave catastrofe naturale mai avvenuta in Europa. La città fu nuovamente rasa al suolo e ricostruita secondo un impianto urbanistico più moderno. I nuovi edifici in stile neoclassico, neogotico, liberty, eclettico e razionalista si sviluppano seguendo le regola della tipica scacchiera ottocentesca, basata su maglia ortogonale e i cui assi principali si estendono parallelamente alla linea di costa e limitatamente allo sviluppo delle colline.

Durante il secondo conflitto mondiale Reggio fu pesantemente bombardata, alcuni quartieri annientati con la perdita di circa 4000 vite umane. Concluso il conflitto la città si rialza e cresce rigogliosa, raddoppiando il numero degli abitanti che arriva a sfiorare i 200.000.

Durante gli anni ’70 alcuni disordini movimentano il centro a causa della decisione di trasferire il capoluogo regionale a Catanzaro, mentre la cronaca degli anni ’80 fa emergere la città per le vicende legate al dilagare della criminalità organizzata.

Reggio rialza la testa durante gli anni Novanta, nel periodo denominato la “Primavera di Reggio”, quando l’allora Sindaco Italo Falcomatà si trova alla guida della città. Fioriscono le Università, tutt’oggi cruciali punti di riferimento scientifico per Calabria e Sicilia, mentre si distingue a livello nazionale la Facoltà di Architettura per gli studi sulle città mediterranee. Dal 2014 Reggio è amministrata dal Sindaco Giuseppe Falcomatà, figlio di Italo, fautore della Primavera Reggina.

La città è famosa in Italia per essere la patria dei meravigliosi Bronzi di Riace, custoditi all’interno del Museo Nazionale, recentemente rinnovato. Il Museo conserva oltre ai Bronzi, altri tesori della Magna Græcia, come la Testa del filosofo, ed è il più importante per il genere trattato, dopo quello di Berlino. Reggio Calabria ha anche dato i natali a Gianni e Donatella Versace, due personaggi chiave nel panorama internazionale della moda.

Esperienze a Reggio Calabria
Fai qualcosa di diverso divertendoti
Vivi la città come non hai mai fatto, esperienze, ticket, musei, tour e visite guidate

Musement aiuta i viaggiatori a ottenere il meglio dalle destinazioni offrendo una grande scelta di tour e attrazioni locali prenotabili.Più che semplicemente "cose da fare", la gamma include attività temporanee, esclusive, gioielli nascosti e addirittura attività gratuite

da 10,00 €
Devi soggiornare in questa città?
Ti aiutiamo noi a fare la scelta giusta!
Con oltre 130.230.000 recensioni verificate, troverai di certo il posto ideale!

Il sito numero #1 al mondo per ricercare un hotel o un bed and breakfast al miglior prezzo possibile. Che si tratti di un viaggio di piacere o di lavoro, gli utenti possono da qui prenotare il proprio alloggio all'istante in modo facile e veloce, senza costi di prenotazione e spesso cancellarla senza penali

da 34,00 €
Affitta appartamenti e ville
Affitta appartamenti e ville
Cerca su AirBnB, Wimdu, HomeAway, Only-apartments, TravelSki, BungalowNet..

Perché perdere tempo a cercare il miglior appartamento, la più bella villa o una baita in tanti siti diversi, oppure perché perdere la migliore offerta? Ti basta cliccare qui…un comparatore cercherà per voi sui migliori siti di affitto

da 35,00
Show Buttons
Hide Buttons