Seleziona una pagina

Siena

Info Rapide

Stato:
Italia
Regione:
Toscana
Lingua parlata:
Italiano
Moneta:
Euro
Documenti:

Area Schengen: carta d’identità o passaporto

Extra U.E.:soggiorni di breve durata (3 mesi) passaporto valido per almeno tre mesi dopo la data di partenza ed eventuale visto d'ingresso

Corrente e Prese:
230 V / 50 Hz - Spina Tipo F (Schuko) e Spina Tipo L

Il Palio di Siena è una competizione di origine medioevale fra le contrade della città. Si può dire che per i senesi è la vita, la passione, la storia. La “Carriera”, come viene tradizionalmente chiamata la corsa, si svolge normalmente due volte l’anno: il 2 luglio si corre il “Palio di Provenzano” (in onore della Madonna di Provenzano), il 16 agosto il “Palio dell’Assunta” (in onore della Madonna Assunta). In occasione di avvenimenti eccezionali o di ricorrenze cittadine o nazionali ritenute rilevanti e pertinenti, la comunità senese può decidere di effettuare un Palio straordinario, tra maggio e settembre.

Il Palio di Siena è forse la manifestazione folcloristica di maggior richiamo nel mondo, una festa insieme religiosa e civile la cui storia sembra intrecciarsi con le origini etrusche della città, tanto che alcuni studiosi hanno individuato delle analogie tra i primi Palii senesi e i giochi equestri del popolo etrusco. Storicamente le prime notizie di una forma di Palio più vicino all’attuale è da far risalire al XII secolo, con il cosiddetto Palio corso “alla lunga”, perché la manifestazione comportava attraversare le vie della città giungendo fino al Duomo Vecchio (dedicato a San Bonifazio). Il Palio di oggi è corso da fantini, di regola non senesi, che montano cavalli assegnati in sorte alle Contrade; ad ogni Palio ne partecipano 10, secondo un meccanismo di sorteggi e alternanze che risale al 1721.

I giorni che precedono la manifestazione sono caratterizzati da una certa ritualità: dopo l’assegnazione dei cavalli alle dieci Contrade, sorteggiate per partecipare alla corsa, si svolgono in Piazza del Campo una serie di sei prove (una la mattina ed una la sera), di cui le prime quattro servono per abituare il “barbero” (il cavallo) al fantino e alla tipologia della pista. Il cavallo è in questa fase preparativa oggetto di mille attenzioni, e viene affidato al “barbaresco”, un uomo che pensa ad accudirlo fino al giorno del Palio. La quinta prova, è detta “prova generale” e si svolge il pomeriggio del giorno di vigilia del Palio; al termine di essa fa seguito una cena, detta “cena della prova generale”, che si svolge per le vie di ciascuna delle dieci Contrade. Si tratta di una grande cena propiziatoria nella quale si canta, ci si abbuffa ma soprattutto si brinda: vi partecipano il Priore con le principali autorità della Contrada più il Fantino, che al tavolo occupa il posto d’onore, e tutti i contradaioli. E’ la notte in cui si stipulano i patti segreti fra le Contrade alleate, con lo scopo di vincere il Palio e mettere fuori gioco le Contrade rivali. Le strade per l’occasione sono illuminate a festa.

Spettacolare è il Corteo Storico che sfila in Piazza del Campo prima del Palio, dal quale si denota la sua origine medievale e religiosa. Il Corteo Storico attualmente si compone di oltre 700 personaggi in costume, i quali sono stati disegnati e realizzati facendo riferimento a modelli pittorici e iconografici della tradizione quattrocentesca. Il giorno della corsa del Palio, sia le Comparse delle Contrade (composte dal tamburino, da due alfieri, dal duce, da due uomini d’arme, dal paggio porta insegne, dal palafreniere e da altri due paggi) sia una parte dei monturati del Comune si riuniscono nel primo pomeriggio all’interno del cortile del Palazzo di Giustizia, e dopo essersi sistemati in fila in Piazza del Duomo cominciano a sfilare per Via del Capitano, Piazza Postierla, Via San Pietro, Via del Casato di Sopra e Via del Casato di Sotto, raggiunti da altri figuranti del Comune. Al primo rintocco del campanone della Torre del Mangia il Corteo Storico entra in Piazza del Campo, e dopo due ore di sfilata dei costumi rinascimentali fa il suo ingresso il Drappellone, che viene issato sul Carroccio, il carro di trionfo tirato da quattro buoi di razza chianina, con quattro bovari. Oltre al drappellone, il premio tanto ambito, sul carroccio ci sono anche i quattro provveditori di Balia, un inserviente porta Palio, un paggetto che suona la martinella e sei trombettieri di Palazzo che suonano chiarine sulle note della famosa Marcia del Palio.

Successivamente, le diciassette coppie di Alfieri si dispongono in diversi punti della Piazza ed eseguono le “sbandierate” sotto i colpi dei tamburi. Terminata l’esibizione degli alfieri, le Comparse sfilano dirigendosi verso il grande palco che li ospita, mentre il Drappellone viene posto sul palco dei giudici. A chiudere il Corteo entrano dodici paggi del Comune con festoni d’alloro, mentre i diciassette alfieri eseguono al ritmo dei loro tamburi la sbandierata della Vittoria.

Dopo che sulla piazza ha fatto il suo ingresso il fastoso Corteo, il complesso meccanismo della festa prende il via con uno scoppio di un mortaretto che annuncia l’uscita dei cavalli dall’Entrone. Ad ogni fantino viene consegnato un nerbo di bue con il quale potrà incitare il cavallo o ostacolare gli avversari durante la corsa. Quindi si procede all’avvicinamento verso la “mossa”, ovvero il punto dove sono stati tesi due canapi tra i quali saranno chiamati ad allinearsi cavalli e fantini. L’ordine di entrata è stabilito da un’estrazione. La decima (e ultima) entrerà di “rincorsa” quando lo riterrà più opportuno, decidendo così il momento della partenza. Se la partenza non sarà valida, uno scoppio del mortaretto fermerà i cavalli, che dovranno compiere tre giri di pista per circa 1000 metri. Solo al primo arrivato sarà riservata la gloria della vittoria, e in ogni caso chi vince è comunque il cavallo, che può anche arrivare “scosso”, ossia senza fantino.

I festeggiamenti iniziano subito, con i contradaioli che dopo aver ricevuto il Palio si recano in Provenzano (per il Palio di luglio) o al Duomo (ad agosto) per cantare il “Te Deum” di ringraziamento. Da questo momento in poi ogni occasione sarà buona per ricordare alla città la vittoria conquistata, fino all’autunno, quando, tra il mese di settembre e i primi giorni di ottobre si svolgerà la “cena della vittoria”, a cui parteciperanno migliaia di contradaioli e, a capotavola, da vero e proprio eroe, il cavallo vittorioso.

Social eating - Food
Stasera non andare al ristorante
le Special Dinner di Gnammo sono un nuovo modo per scoprire la città attraverso la tavola

Quando visiti una città vuoi scoprire cose nuove, vivere esperienze differenti. Appassionati di cucina, cuochi professionisti mettono a disposizione un menù e una location unica dove potrai fare nuove conoscenze e farti raccontare e consigliare la città da chi la vive tutti i giorni

da 25,00 €
Le migliori esperienze a Siena
Fai qualcosa di diverso divertendoti
Vivi la città come non hai mai fatto, esperienze, ticket, musei, tour e visite guidate

Musement aiuta i viaggiatori a ottenere il meglio dalle destinazioni offrendo una grande scelta di tour e attrazioni locali prenotabili.Più che semplicemente "cose da fare", la gamma include attività temporanee, esclusive, gioielli nascosti e addirittura attività gratuite

da 10,00 €
Noleggio attrezzatura sportiva
Divertiti e mantieniti in forma
Cerca, confronta e noleggia online bici, sci, surf, kitesurf, tandem, pattini, racchette ecc.

Scopri la città in bicicletta oppure pratica il tuo sport preferito noleggiando l’attrezzatura al miglior prezzo possibile. Viaggia leggero, non portarti l’attrezzatura da casa, non solo la troverai da noi ma troverai anche persone appassionate come te che ti consiglieranno dove praticarlo

da 1,00 € l'ora
Devi soggiornare in questa città?
Ti aiutiamo noi a fare la scelta giusta!
Con oltre 130.230.000 recensioni verificate, troverai di certo il posto ideale!

Il sito numero #1 al mondo per ricercare un hotel o un bed and breakfast al miglior prezzo possibile. Che si tratti di un viaggio di piacere o di lavoro, gli utenti possono da qui prenotare il proprio alloggio all'istante in modo facile e veloce, senza costi di prenotazione e spesso cancellarla senza penali

da 34,00 €
Affitta appartamenti e ville
Affitta appartamenti e ville
Cerca su AirBnB, Wimdu, HomeAway, Only-apartments, TravelSki, BungalowNet..

Perché perdere tempo a cercare il miglior appartamento, la più bella villa o una baita in tanti siti diversi, oppure perché perdere la migliore offerta? Ti basta cliccare qui…un comparatore cercherà per voi sui migliori siti di affitto

da 35,00
Tour e attività da svolgere
Non girare a caso, fidati di noi
Siena ha sempre tantissime cose da fare, non perderne neanche una

I migliori tour di Siena, biglietti per "Il Duomo di Siena", un giro per la campagna senese e tante altre attività. Perché mettersi in coda per vedere un museo quando puoi comprare il biglietto online e saltare la fila?

da 20,00 €
Show Buttons
Hide Buttons