Seleziona una pagina

Tour della Sicilia

Terra del Sole

Info Rapide

Stato:
Italia
Regione:
Sicilia
Lingua parlata:
Italiano
Moneta:
Euro
Documenti:

Area Schengen: carta d’identità o passaporto

Extra U.E.:soggiorni di breve durata (3 mesi) passaporto valido per almeno tre mesi dopo la data di partenza ed eventuale visto d'ingresso

Corrente e Prese:
230 V / 50 Hz - Spina Tipo F (Schuko) e Spina Tipo L

Sicuramente dovuto alla sua posizione al centro del Mediterraneo, al clima favorevole, alla ricchezza dei prodotti della terra e del mare, nonché alla straordinaria ed unica bellezza dei suoi paesaggi, l’aspetto che più di ogni altro ha caratterizzato l’intera storia della Sicilia è l’essere sempre stata oggetto di dominazioni. La sua storia è fatta di conquistatori che la hanno dominata, tiranneggiata, distrutta, ricostruita, amata e soprattutto, nel bene e nel male, resa la straordinaria regione che è oggi.

Le prime tracce d’insediamenti umani risalgono all’età preistorica, come dimostrano le pitture parietali e i manufatti neolitici rinvenuti nelle grotte dell’Addaura, vicino Palermo, o in quelle delle isole Egadi ed Eolie. I primi abitanti dell’isola furono sicani, elimi, ausoni e siculi. Ma un primo, importante sviluppo avviene intorno al IX secolo a.C. quando approdano sull’isola i Fenici, fiorente popolo di navigatori e commercianti che fondano i primi insediamenti tra cui il futuro capoluogo Palermo. Ai Fenici succederanno i greci che daranno vita a importanti colonie come Agrigento, Siracusa, Milazzo, Zancle (l’attuale Messina), luoghi dove la civiltà greca porterà un grande fermento artistico e culturale. I greci fondarono città in tutte le coste, rette inizialmente dalle Oligarchie e successivamente dalle Tirannidi. Quella di Siracusa è ricordata come la Tirannia più potente capace di sottomettere tutte le altre città. Ma ben presto iniziarono i conflitti con Cartagine che era riuscita a conquistare Mozia, Panormo e Solunto. Le guerre continuarono negli anni sino a quando Roma si sostituì progressivamente ai siracusani e sconfisse definitivamente l’impero cartaginese al termine delle tre Guerre Puniche.  E’ nell’età romana che la sicilia diviene l’assoluta protagonista del Mediterraneo, punto d’incontro capitale per i commerci, l’industria navale, la produzione agricola, e questa primazia durerà anche in epoca bizantina e poi ancora durante i secoli della dominazione araba. L’isola viene prima ordinata come Provincia con un Pretore a Siracusa e due Questori, uno a Siracusa e l’altro a Lilibeo per poi passare successivamente sotto la giurisdizione dell’impero Romano di Costantinopoli. Una nuova era di pace verrà vissuta dalla Sicilia illuminata ora anche dalla fede cristiana e dalla cultura bizantina.

Ma dall’827 l’isola venne travolta dall’invasione dei saraceni che la sottoposero ad un duro dominio. Finalmente, nella seconda metà dell’XI secolo la Sicilia venne liberata da un’armata cristiana guidata da Roberto “il Guiscardo” e dal fratello Ruggero I, della famiglia degli Altavilla, che ne avevano avuto mandato dal Pontefice di Roma. Nel 1130 veniva proclamato così il Regno di Sicilia e incoronato Ruggero II d’Altavilia come primo Re. Questi ampliò il dominio siciliano che si estendeva allora da Montecassino all’Albania alle coste del Nord Africa tunisino e tripolino. Sempre appartenenti alla dinastia Altavilla altri due grandi sovrani come Guglielmo I e il figlio Guglielmo II. Presso la corte di Palermo convennero da ogni paese uomini di scienze e di lettere, politici ed artisti facendone uno splendido centro di cultura internazionale. Nel 1189 subentra alla dinastia Altavilla quella Hohenstaufen. Dopo il breve e tragico regno di Enrico VI si ritornò all’antico splendore nel 1208 con il figlio, il grande Federico I di Sicilia un grande uomo di Stato e di cultura. La morte di quest’ultimo getta però la Sicilia in uno stato di confusione politica. La corona di Sicilia passò dunque, per  investitura pontificia, a Carlo d’Angiò, fratello dei Re di Francia. Ma quella angioina si rivelò una vera e propria occupazione militare della Sicilia e ne conseguì la rivolta del Vespro, il lunedì di Pasqua del 1282, che si originò a Palermo e che diede inizio alla cacciata degli angioini da tutta l’isola.

Per diritto matrimoniale la corona spettava al Re Pietro d’Aragona che, con il favore della nobiltà isolana, venne acclamato Re di Sicilia a Palermo il 4 settembre 1282. Fu così che la dinastia Aragona di Sicilia subentrò agli Angiò. Tale dinastia non fu particolarmente autoritaria, influente, e proprio per questo motivo nel corso del Trecento, saranno le grandi famiglie aristocratiche ad impadronirsi dell’effettivo potere politico nell’isola grazie alla loro potenza economica e militare. Le più importanti casate tra cui gli Alagona, i Peralta, i Ventimiglia e i Chiaramonte si spartiranno letteralmente il territorio in quattro rispettive sfere di influenza. E’ il periodo dei Quattro Vicari. Ma nel 1392 gli Aragonesi di Spagna si decisero a far fronte a queste pericolose autonomie e nel 1415 la Sicilia venne quindi associata alla Corona d’Aragona e governata, quindi, dai Viceré. Nel Quattrocento Re Alfonso “il Magnanimo” riuscì a unificare Sicilia e Italia meridionale fondando il Regno delle due Sicilie. La Francia però fomentò segretamente alcune sommosse per tutto il corso del Cinquecento e del Seicento. Ma solo nel 1672 insorse Messina spalleggiata dichiaratamente dalla Francia di Luigi XIV nell’ambito della guerra contro la Spagna. Ma questa rivolta non ebbe l’esito sperato quando nel 1678 i francesi abbandonarono Augusta e Messina e quest’ultima venne severamente punita dalla Corona iniziando così la sua inarrestabile decadenza. All’inizio del Settecento la Sicilia venne coinvolta nelle guerre di successione spagnola e polacca (1700-1738). Nell’arco di trentanni l’isola fu costretta a cedere la sua corona prima ai Savoia, quindi all’imperatore d’Austria Carlo VI e, infine, a Carlo dei Borbone di Spagna il quale fondò la dinastia dei Borboni di Napoli e restituì l’autonomia al Regno di Napoli e Sicilia. A causa dell’invasione francese Re Ferdinando di Borbone decise di trasferirsi a Palermo dove, spinto dalle insistenti richieste dell’aristocrazia autonomista siciliana si vide costretto a promulgare una Costituzione (1812). Tuttavia la Costituzione ebbe vita breve poiché nel 1816 Ferdinando, forte dell’aver riconquistato la piena autorità, la soppresse e sciolse il Parlamento siciliano. Fu così che nel 1820-21 si ebbe la prima sommossa antiborbonica e nel 1848 scoppiò la Rivoluzione grazie alla quale gli indipendentisti costituirono un Parlamento autonomo da Napoli proponendo poi una federazione della Sicilia indipendente con gli altri Stati italiani. La Rivoluzione del ‘48 venne però repressa con le armi. Infine la guerra del 1861 si concluse con l’annessione della Sicilia e dell’Italia Meridionale al Regno sabaudo d’Italia. Il 15 maggio 1946 con un decreto legislativo veniva istituita la Regione Siciliana a statuto speciale. Nell’aprile 1947 viene così per la prima volta eletto il parlamento regionale siciliano.

Social eating - Food
Stasera non andare al ristorante
Le Special Dinner di Gnammo sono un nuovo modo per scoprire la città attraverso la tavola.

Quando visiti una città vuoi scoprire cose nuove, vivere esperienze differenti. Appassionati di cucina, cuochi professionisti mettono a disposizione un menù e una location unica dove potrai fare nuove conoscenze e farti raccontare e consigliare la città da chi la vive tutti i giorni

da € 25,00
Le migliori esperienze di Catania
Fai qualcosa di diverso e divertiti
Vivi la città come non hai mai fatto, esperienze, ticket, musei, tour e visite guidate

Musement aiuta i viaggiatori a ottenere il meglio dalle destinazioni offrendo una grande scelta di tour e attrazioni locali prenotabili.Più che semplicemente "cose ​​da fare",la gamma include attività temporanee,esclusive,gioielli nascosti e addirittura attività gratuite

da 16,00€
Noleggio attrezzatura sportiva
Divertiti e mantieniti in forma
Cerca, confronta e noleggia online bici, sci, surf, kitesurf, tandem, pattini, racchette ecc.

Scopri la città in bicicletta oppure pratica il tuo sport preferito noleggiando l’attrezzatura al miglior prezzo possibile. Viaggia leggero, non portarti l’attrezzatura da casa, non solo la troverai da noi ma troverai anche persone appassionate come te che ti consiglieranno dove praticarlo

da 1,00 € l’ora
Devi soggiornare in questa città?
Ti aiutiamo noi a fare la scelta giusta!
Con oltre 130.230.000 recensioni verificate, troverai di certo il posto ideale!

Il sito numero #1 al mondo per ricercare un hotel o un bed and breakfast al miglior prezzo possibile. Che si tratti di un viaggio di piacere o di lavoro, gli utenti possono da qui prenotare il proprio alloggio all'istante in modo facile e veloce, senza costi di prenotazione e spesso cancellarla senza penali

da 34,00 €
Affitta appartamenti e ville
Costa meno e hai più spazio
AirBnB, Wimdu, HomeAway, Only-apartments, TravelSki, BungalowNet..

Perché perdere tempo a cercare il miglior appartamento, la più bella villa o una baita  in tanti siti diversi, oppure perché perdere la migliore offerta? Ti basta cliccare qui…un comparatore cercherà per voi sui migliori siti di affitto 

da 35,00 €
Tour e attività da svolgere
Non girare a caso, fidati di noi
Tantissime cose da fare, vedere, a cui partecipare..ma bisogna conoscerle

I migliori tour, biglietti museii, visite ai templi e tante altre attività come concerti, spettacoli, esperienze gastronomiche. Perché mettersi in coda per vedere un museo quando puoi comprare il biglietto online a saltare la fila ?

da 21,00 €
Show Buttons
Hide Buttons